giovedì 4 febbraio 2010

Fiori.... in ritardo....

Meravigliosi e delicati fiori gli ellebori ..ranuncolacee invernali che fanno capolino quando ancora il bosco è zitto di gelo..
Ho tenuto ferme queste fotografie perchè ritraggono un lavoro incompiuto ..questa piccola composizione doveva infatti in realtà essere poggiata su una fascina di rametti secchi e incorniciata da una cascatella di edera...Ecco...quella "benedettissima" edera mi ha fatto penare le pene dell'inferno ed è ancora li, tutta impettita sulla mia spugnetta di lavoro che mi guarda e mi dice...NON SARO' TUA!!
Questo è un lavoro iniziato e realizzato grazie ad un corso che ho frequentato a Verona da una maestra d'eccezione. Credo infatti che Paola Avesani sia davvero la più brava artista mondiale delle composizioni floreali in pasta mais . Paola, oltre ad avere una tecnica di modellazione e di pittura impeccabili, è anche una persona deliziosa e raffinata, un'attenta osservatrice della natura con una grande sensibilità che ha fatto della pasta mais un'arte a tutti gli effetti.
Vi consiglio vivamente di perdervi nelle incredibili immagini pubblicate nel suo sito:
http://www.creazionidipaola.com/
Tornando al mio lavoro incompiuto come vi dicevo i rametti di edera non sono riuscita a terminarli, inizialmente ho sbagliato il filo sul quale ho fissato le foglie poi, trovato il filo giusto, non sono stata più in grado di rifare le foglie...un disastro insomma. A questo punto l'unica cosa che mi rimaneva da fare era di attendere il nuovo corso con Paola per rivedere alcuni passaggi ...Poi mia cara edera...non ci sarà più niente da fare per te !!!
Se avessi quindi aspettato di pubblicare il lavoro finito avrei rischiato di pubblicarlo col solleone.....e gli Ellebori e il vischio amano il freddo !
Devo dire che seppur incompiuto è il miglior lavoro che ho realizzato, mi piace davvero tantissimo anche se ha richiesto moltissimo tempo e moltissima pazienza.
Spero piaccia anche a voi....vi abbraccio e.... a prestissimo




17 commenti:

  1. Ciao Donatella :)
    questa composizione anche se orfana della tua dispettosa edera, ;) è una gioia per gli occhi...e per il cuore! Immagino quanta pazienza per realizzarla! Grandiosa la tua insegnante e grandiosa tu!
    Hugs a te e uno anche alla mia adorata neve!
    Mila :)

    RispondiElimina
  2. Carissima Donatella,
    mi dispiace che il commento che ti avevo lasciato ieri sera a mezzanotte inoltrata non ti sia arrivato. Pazienza. Volevo complimentarmi per la straordinaria abilità che hai nel realizzare lavori di questo genere. Ho sinceramente fatto fatica a capire che non erano fiori veri da quanto sono belli.
    L'elleboro è il mio fiore preferito, bello da vedere ma molto difficile da riprodurre e che dire del vischio...? La tua creazione è anche più bella di una composizione vera, stracomplimenti sia a te che a Paola, siete bravissime!!!
    Un abbraccio, Rosi.

    RispondiElimina
  3. Cara Donatella, davvero belli i tuoi fiori e anche le foglie, sembrano veri.
    I lavori in pasta di mais, soprattutto i fiori, sono uno spettacolo visivo ... della natura.
    Dà soddisfazione vederli realizzati.
    Brava ... brava ... brava ...
    ciao
    cris

    RispondiElimina
  4. Complimenti davvero!!Sembrano veri!!
    Conosco i lavori di Paola Avesani dai tempi delle creazioni in pasta di sale....Per causualita',anche io per Natale mi ero affacciata nel suo sito e sono rimasta sconvolta per l'eccezzionalita' dei suoi lavori...Peccato in Sicilia non possa venire....mi piacerebbe tanto seguire i suoi corsi!!!
    Grazie di essere passata dal mio blog!!
    Baci
    Simona

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Ciao cara
    ho visitato il sito della tua insegnante
    mi dici qualche trucco per far sembrare i fiori veri?
    cris

    RispondiElimina
  7. Appena li ho visti, ho pensato fossero veri! Poi mi sono letta tutto il tuo post...incredibili, sei davvero bravissima!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao carissima
    anch'io ho pensato che i fiori fossero veri ... incredibile ... sei di una bravura unica!
    Un abbraccio
    Lilia

    RispondiElimina
  9. Bellissimi, adoro gli ellebori. Sono i tesori dell'inverno ed i tuoi sono veramente al pari di quelli veri! Un abbraccio. Eli

    RispondiElimina
  10. ciaoo!
    certo che siamo messe bene! hehehe! io la mail l'ho ricevuta mi sa che tu non hai ricevuto la mia risposta . Comunque siccome sono spesso senza credito ti chiamo appena faccio la ricarica oppure se mi dai il tuo numero fisso o te lo do io è più facile metterci in contatto
    i tuoi fiori sono molto belli ! bravissima!
    un bacione
    ciaoo ne!

    RispondiElimina
  11. Wow, che lavoro impegnativo. Nel mio gruppo creativo c'è una signora che fa lavori in pasta di mais e che io reputo bravissima: se vai sul mio sito, nella pagina "Eventi" c'è una fotografia con una rosa in primo piano che ha fatto lei. Mi piace tantissimo questa tecnica e sono corsa a vedere il sito che hai segnalato: l'autrice è formidabile sul serio. Le sue rose sopratutto sembrano vere.
    Il tuo elleboro, però, non scherza affatto! E' il fiore preferito di mia mamma e se lo vedesse qui lo scambiarebbe certo per vero. Brava!!!

    RispondiElimina
  12. ciao cara
    mi chiedevi del mio bauletto
    la finitura craquelè l'ho fatta dopo avere fatto la decorazione con una vernice trasparente che asciungando faceva le crepe
    poi ho passato il bitume per antichizzarla ed evidenziare le crepe
    devo dire che non sempre vengono delle belle crepe perchè dipende dalla quantità di vernice che si mette
    in questo caso devo dire che è riuscita bene
    non hai mai provato?
    ciao
    cris

    RispondiElimina
  13. Ciao e grazie per il bellissimo commento che hai lasciato! Un salutone Maria Luisa

    RispondiElimina
  14. Ciao Donatella ma che pazienza!!! Tutto in pasta di mais??? Beh l'edera sarà dispettosa ma ha perso la possibilità di essere vanitosa nella tua splendida composizione. E' una meraviglia!!
    Barbara

    RispondiElimina
  15. Cara Donatella, io trovo che i tuoi ellebori siano bellissimi, anche senza la compagnia dell'edera. Ci ricordano che anche d'inverno, tra giornate grigie di freddo pungente, ci può essere un fiore... basta saperlo trovare. Oppure crearlo, come fai tu. Sei davvero bravissima, e non ti sfiduciare per un momento di stanchezza creativa che fa parte della vita: di tutte le nostre super-impegnate e frenetiche vite di donna.
    A presto

    Sabrine

    RispondiElimina
  16. Ciao Donatella, c'è un piccolo fiore per te nel mio blog!

    RispondiElimina
  17. mi mancano molto questi fiori,qui in Tenerife non gli trovero mai,in romeno si chiamano"bozotei",sempre si trovano in primavera,Complimenti per il tuo lavoro!!!!

    RispondiElimina

a Bianca....sei sempre con me

Angel Pictures, Images and Photos